Cronaca meteo Primo Piano

Valanghe: travolti 5 alpinisti sui Sibillini, 2 morti a Cortina

Valanghe Sibillini

Valanghe SibilliniCi sarebbe un bollettino meteo sbagliato all’origine dell’escursione dei 5 sci-alpinisti rimasti colpiti questa mattina da una valanga creatasi inaspettatamente su uno dei monti più frequentati dei Sibillini, Monte Rotondo, in provincia di Ancona. Fino ad ora le valanghe e le slavine staccatesi dal complesso montuoso sarebbero addirittura sei e, anche per questo motivo, le polemiche riguardo il bollettino sbagliato di questa mattina sarebbero ancora accese e non accennerebbero a placarsi. Repentinamente soccorsi dal Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e dalla Protezione Civile della provincia di Ancona, tutti e cinque i malcapitati sono stati tratti fortunatamente in salvo.

Quattro di loro sarebbero in perfette condizioni fisiche, a parte un leggero assideramento dovuto al contatto con la neve mentre il quinto, portato in ospedale con l’eliambulanza, necessiterebbe di alcune cure mediche di accertamento e dell’ingessatura ad una gamba. Nel complesso, comunque, le sue condizioni fisiche sarebbero buone. A un solo giorno dalla tragedia verificatesi a Cortina D’Ampezzo, dove una slavina si è staccata travolgendo due sciatori che, purtroppo non ce l’hanno fatta, un’altra tragedia si è fortunatamente evitata grazie soprattutto alla prontezza dei soccorsi, che sono intervenuti con professionalità e competenza quasi immediatamente, superando maltempo e difficoltà logistiche.

Una volta soccorsi, gli sci-alpinisti, a soli pochi minuti dall’accaduto, interrogati dai soccorritori sul motivo della loro escursione, immediatamente hanno fatto riferimento al bollettino della mattina alimentando l’ingresso di polemiche e di accuse verso il seguitissimo Meteo Mont, il meteo realizzato dalle competenze della Forestale e dell’Aeronautica, per il suo erroneo bollettino della mattina. Dagli atti e dalle fonti reperibili si apprende infatti che il rischio valanghe e slavine sia stato largamente sottovalutato dagli stilatori dello stesso meteo, non si sa su quali basi, e classificato come rischio moderato, quindi non preoccupante e poco probabile, mentre il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino, contrariamente, conferma, a ragione, vista le numerose valanghe di oggi, un altissimo rischio di valanghe e slavine per ancora 3 giorni.

ADV

ADV