Bellezza

Uno sguardo al “make up” delle vincitrici dell’Oscar 2013

Lawren Jennifer ce Oscars-2013Se ci fosse una parola d’ordine da bisbigliare alla sicurezza, per guadagnarsi l’ingresso nell’esclusivo Dolby Theatre di Hollywood, non potrebbe che essere una: sobrietà. E le star che di anno in anno sono chiamate a sfilare sul red carpet e ad accomodarsi in platea per assistere alla cerimonia di consegna degli Oscar, lo sanno bene.

Per questo, pur osando, lo fanno con l’eleganza di chi sa perfettamente cosa serve per apparire al meglio negli scatti dei fotografi e nei primi piani registrati dai cameraman presenti nello scintillante salone. Solo qualche rara e sporadica eccezione. Per il resto, le regine della collina californiana più ambita al mondo sono delle maghe, quando si tratta di “formulare” e di azzeccare il look giusto da sfoggiare alla magica notte degli Academy Awards. E non è mica cosa da poco.

Foto gallery Make Up  Oscars 2013

 

Pensare che basti tirare fuori la carta di credito e acquistare l’abito più pomposo in vendita in una delle boutique di Rodeo Drive è un errore che i paparazzi – e ancor meno gli opinionisti, di questi tempi – non perdonano. Così come trascurare trucco e parrucco. Giocare d’astuzia e trovare il giusto equilibrio tra abito e make up: è questa la sfida. E nella maggior parte dei casi le donne che si sono guadagnate un posto nell’Olimpo hollywoodiano difficilmente sbagliano.

Prendiamo l’intramontabile Anne Hathaway. Domenica sera, al Dolby Theatre, non si è accaparrata solo la statuetta di miglior attrice non protagonista. Si è guadagnata anche la lode in fatto di look. Meravigliosa nel suo abito di Prada color cipria, ha esibito un trucco senza troppe pretese. Apparentemente semplice e assolutamente non costruito, ma da imitare. Solo una sottile riga di eyeliner e un tocco sapiente di mascara, per delle ciglia lunghe e voluminose, perfette e in primo piano. Per il resto, appena un accenno di fondotinta – più che sufficiente per una pelle perfetta come la sua – e un bel lipstick rosa, tanto per non tralasciare del tutto le labbra. Perfetta, è proprio il caso di dirlo, dalla testa ai piedi. Vincente anche l’idea del caschetto che sembra incorniciarle il viso come forse, invece, i capelli lunghi non sapevano fare. Promossa a pieni voti, e non potrebbe essere altrimenti, anche Jennifer Lawrence.

Per la sera in cui ha ricevuto il primo Oscar (è stata decretata miglior attrice protagonista) della sua carriera, ha puntato su spalle nude e su un raccolto non troppo elaborato e in stile vintage. Nude anche le labbra, impreziosite da una passata leggera di gloss trasparente. Pelle di porcellana e smoky eye grigio hanno fatto il resto, facendola apparire splendida come non mai. Per la serie, più elegante di così proprio non si poteva. Stessi occhi intensi e sfumature grigie per Salma Hayek. Anche Zoe Saldana sembra prediligere le ombreggiature, con la differenza che lei opta, però, per i toni del marrone, che meglio si abbinano al suo incarnato e ai suoi meravigliosi occhi scuri. Poche le star che puntano sulle labbra, invertendo il trend che da sempre accompagna la notte degli Oscar. Stavolta, ad Hollywood, lo sguardo l’ha fatta da padrone. Quasi in tutti i look, quanto meno.

Ma non è certo il caso della scoppiettante Adele, la cantante che con “Skyfall” si è confermata regina indiscussa del panorama musicale al Grammy, ai Golden Globe e pure agli Academy Awards. Che non le piaccia passare inosservata ormai è risaputo. Ma ha ben pensato di ribadirlo, “vestendo” le sue labbra di un brillante rosso fuoco. Eyeliner dritto e marcato e ciglia finta hanno completato un look che, come sempre, quando si tratta di Adele, sembra essere ispirato a quello delle star del passato.

Che sarà pure retrò, ma senza ombra di dubbio mai intramontabile. Trionfano anche i toni del bronzo: molte le dive che hanno preferito le calde sfumature del marrone, del nocciola e dell’oro, per ottenere un aspetto luminoso e per evitare di appesantire occhi e sguardo, come Kirsten Stewart, Jennifer Garner, Sandra Bullock e Charlize Theron. Sempre e comunque colori neutri, per farla breve, a conferma del fatto che stavolta le make up artist delle stelle americane hanno lasciato a riposo le palette primaverili e i colori vivaci. Gloss e mascara hanno dominato i loro beauty case. Perché osare si può, ma senza mai dimenticare che essere chic è l’imperativo categorico della notte più magica dell’anno.

ADV

ADV