Cronaca meteo Primo Piano

Treni in tilt in Liguria a causa del maltempo: ora la Regione vuole chiedere i danni a Trenitalia e Rfi

Treno neve

Il maltempo degli ultimi giorni ha causato gravi disservizi per gli utenti del sistema ferroviario in Liguria. Molti i treni soppressi, regionali e intercity.

Treno neveTreni in tilt in Liguria a causa del maltempo: ora la Regione vuole chiedere i danni a Trenitalia e Rfi: sulle linee di percorrenza Genova-Torino e Genova-Milano si sono registrati i disagi maggiori, dato che l’alimentazione elettrica si è bloccata, scatenando la rabbia dei passeggeri, rimasti a lungo bloccati all’altezza di Mignanego, al freddo, senza ricevere avvisi da parte di Trenitalia.
Ferma la reazione dell’amministrazione regionale, che non ritiene accettabile che eventi naturali ampiamente previsti, come la caduta di neve e la conseguente formazione di ghiaccio, possano mettere in discussione la circolazione dei treni in un ambito territoriale dinamico e strategico per l’economia nazionale e per il nord-ovest in particolare.
L’assessore ai trasporti della Regione Liguria, Enrico Vesco, non ci sta, accusa Rfi di avere sottovalutato le conseguenze di freddo e ghiaccio sulla circolazione e dichiara di voler chiedere un risarcimento per i danni subiti, dato che i piani di emergenza predisposti per fronteggiare l’ondata di maltempo si sono rivelati, a suo dire, insufficienti e lacunosi.
Per esaminare nel dettaglio la situazione, Vesco ha quindi organizzato un incontro per stamattina in Regione.
Vi hanno preso parte alcuni rappresentanti di Trenitalia e Liguria Rfi (Rete ferroviaria italiana).
Oltre al rispetto delle penali previste nel contratto, l’assessore vuole discutere l’entità dei danni aggiuntivi, derivanti dall’incapacità di assicurare il servizio di trasporto, che ha creato problemi in particolar modo ai lavoratori pendolari, agli studenti e alle categorie più deboli come anziani e diversamente abili.
Solo un mese fa lo stesso Vesco aveva ottenuto l’aumento dei posti a sedere sul treno regionale veloce 11254 (da Sarzana a Savona) grazie all’abolizione del servizio di prima classe.
L’assessore comunale alla Protezione civile di Genova, Gianni Crivello, punta l’indice accusatorio contro l’Arpal, accusata di avere fornito informazioni imprecise circa l’entità del maltempo in arrivo, ma la responsabile del Centro ha replicato che gli sconfinamenti della neve anche a quote basse era stato messo in preventivo anche dai metereologi comunali.
Nel frattempo la linea Genova-La Spezia, che nei giorni scorsi si era bloccata all’altezza di Corniglia, è stata riattivata, dopo il necessario nulla osta dei tecnici preposti. L’allagamento della galleria Biassa, tra La Spezia e Corniglia, aveva imposto a lungo la percorrenza su un unico binario, in direzione alternata.
Problemi seri si erano registrati anche alla stazione di Arquata (Alessandria).

ADV

ADV