Primo Piano Scienza News

Sole: ripreso flare grande 4 volte il nostro pianeta. Video

Sole flare

Sole flareLa nostra stella, è proprio il caso di dire, è stata protagonista di uno spettacolo mozzafiato. Durante la normale attività solare infatti, è stato ripreso da una sonda spaziale, un flare della grandezza di quattro volte il nostro pianeta. Un vero e proprio spettacolo naturale, che ha lasciato gli scienziati particolarmente stupiti, poichè derivante da una attività solare di livello minimo, ma capace di stupire chiunque. Il flare è un brillamento solare, che si registra come un’esplosione dalla fotosfera ed hanno una potenza paragonabile a quella di milioni di bombe atomiche. Il brillamento registrato dagli scienziati della NASA, è stato misurato dalla sonda spaziale, Solar Dynamics Observatory, ed è risultato essere alto ben trecento mila chilometri. Qualcosa di sbalorditivo se si pensa che il nostro pianeta terra ha un diametro di appena tredicimila chilometri. Il flare in questione è stato ammirato nella sera del 31 dicembre in Italia, e subito dopo l’esplosione che lo ha caratterizzato, è tornato subito all’interno della gravità solare, troppo forte per lasciar scappare getti di plasma incontrollati. Inoltre gli stessi flare sono responsabili, qualora le radiazioni da essi sprigionate riescano ad invadere il resto del sistema solare, delle tempeste elettromagnetiche, che causano gravi disagi alle stazioni spaziali che orbitano attorno al nostro pianeta. La sonda che ha permesso le riprese, è stata in grado di catturare le immagini, attraverso un filtro ultravioletto, ogni trentasei secondi. Il video dello splendido spettacolo rilasciato in esclusiva dall’ente spaziale americano, la NASA, sotto.

httpv://www.youtube.com/watch?v=waSvzORcyNs.

Lo spettacolo che si può ammirare attraverso la visualizzazione del video è di quelli che lasciano senza fiato. In questi anni in cui il sole attraversa un periodo di bassa attività solare, è confortante sapere che la stella, protagonista del proseguo della vita sul nostro pianeta, sia ancora in grado di sprigionare forze inimmaginabili.

ADV

ADV