Bellezza

San Valentino: i nuovissimi consigli di Clio makeup – Video

Clio make up san valentino

Clio make up san valentinoLa make up artist Clio Zammatteo realizza la sua proposta trucco per la serata di San Valentino, un look dolce e romantico in linea con la festa ma adatto anche ad altre occasioni speciali. Seguendo i trend della stagione propone un trucco dolce ma allo stesso tempo luminoso, con colori cangianti e poco appariscenti. L’idea è proprio quella di creare un trucco sobrio, in linea con una cena romantica, che possa essere d’effetto senza risultare troppo pesante.

L’attenzione è concentrata tutta sugli occhi con un rosa dai riflessi violacei e una matita perfettamente sfumata agli angoli esterni. Dopo aver realizzato la sua abituale base viso, passa al trucco degli occhi, stendendo su tutta la palpebra mobile un ombretto in crema color tortora della Maybelline. Con un pennello a penna a setole sintetiche preleva poco prodotto alla volta e lo stende, la particolarità dell’ombretto è il suo finish opaco.

Clio consiglia di utilizzare questo tipo di colore perché è adatto sia alle bionde sia alle more. Con movimenti circolari sfuma per bene l’ombretto aiutandosi con la punta del pennello. Per fissare il tutto e impedire che la crema entri nelle pieghette della palpebra, utilizza un altro ombretto.

Si tratta di un prodotto in polvere, similare al precedente, il Taupe presente nella Naked 2 della Urban Decay. Questa volta per l’applicazione utilizza un pennello da sfumatura morbido in modo da rimuovere anche gli eccessi di prodotto e iniziare il lavoro di definizione dello sguardo. Sempre con lo stesso pennello sporco di ombretto, colora anche la piega dell’occhio e parte della palpebra fissa. Per delineare meglio i contorni degli occhi utilizza una matita nera che stende su vicino all’attaccatura delle ciglia superiori fermandosi prima dell’angolo interno.

Il Video

httpv://www.youtube.com/watch?v=cxQyRTPM_6g

 

Il segreto per far durare più a lungo la matita è quello di utilizzare un prodotto in polvere da fissare sopra e così preleva un po’ di ombretto marrone scuro dalla stessa palette utilizzata in precedenza e lo picchietta con un pennellino a lingua di gatto, sfumando molto bene verso la parte esterna dell’occhio. Clio consiglia di enfatizzare il contrasto dei toni freddi utilizzati sulla parte superiore dell’occhio con una matita marrone sulla palpebra inferiore. Poi passa sopra un marrone caldo leggermente dorato per amplificare l’effetto e illuminare lo sguardo. Sulla parte centrale della palpebra mobile picchietta prima un ombretto rosa dorato in crema della Maybelline, il Pink gold, poi l’ombretto minerale in polvere della Neve Cosmetics, il Baby Doll, un rosa con riflessi cangianti. Con un pennellino sottile mette un po’ di polvere rosa anche nell’angolo interno dell’occhio.

Il segreto per rendere gli occhi ancora più magnetici è quello di utilizzare un piegaciglia e poi passare in modo meticoloso il mascara sulle ciglia superiori e inferiori. Dopo aver finito il trucco degli occhi, è importante sempre controllare che non ci siano sbavature, eventualmente se i colori non sono più così intensi, si può ripassare sopra a piccoli tratti. Se un po’ di polvere libera è caduta sulle guance, si può togliere utilizzando il pennello o la spugnetta sporca di fondotinta. Sulle guance Clio consiglia di utilizzare un blush in crema color salmone da modulare con le dita o un pennello. Dal momento che gli occhi sono molto intensi sulle labbra è meglio mantenersi su colori naturali.

Utilizza un rossetto della Yves Saint Laurent dal finish cremoso e semitrasparente, molto simile al colore che ha usato sulle guance. Nei consigli finali Clio fa una riflessione molto interessante sull’importanza delle luci del posto, dove si andrà a cena o in genere dove si va quando si esce. Quando si realizza un trucco intenso come uno smokey eyes c’è sempre il rischio che luci poco intense possano far apparire gli occhi stanchi o con le occhiaie, tenendo conto anche di questo, bisogna sempre creare un punto luce sotto la palpebra fissa e al centro di quella mobile per non far sembrare gli occhi stanchi o troppo piatti. Se invece si va in un posto dove l’illuminazione è molto intensa, un colore opaco è perfetto per bilanciare i contrasti e rendere lo sguardo bello e riposato.

ADV

ADV