Tempo Libero

Profumi per ambiente, fai da te!

Profumo fatto in casa

Profumi per ambiente, fai da te!  Eccoci qui, il primo freddo è ormai arrivato e ci terra’ compagnia per un bel po, purtroppo! Ed ecco che iniziamo a coccolarci con piumoni, sciarpe e maglioni della nonna, ma non solo, i caloriferi sono gia funzionanti da qualche settimana, e a me piace, solitamente creare dei profumi per l’ambiente.
Oggi vi do qualche dritta per crearne di diversi tipi, e nel frattempo vi svelo il segreto per risparmiare sui prodotti che si possono acquistare per profumare le nostre stanze e quindi la nostra casa!
Innanzitutto diciamo che anche per chi entra in casa, ma anche per chi ci vive, sentire una buona profumazione fa percepire alle persone uno stato di benessere, di accoglienza e di conforto. In commercio esistono diversi tipi di profuma ambienti, con diverse funzioni e svariate profumazioni, ma non sempre queste possono soddisfare i nostri gusti, magari hanno odori troppo intensi, nauseanti, o al contrario troppo leggeri, troppo tenui, e allora perchè non crearsi da soli un profuma ambienti? in modo da poter risparmiare sull’acquisto e scegliere noi stessi la profumazione e il grado della fragranza da disperdere nella stanza.
E’ un’operazione molto semplice, non serve nessuna capacità particolare ed è divertente e rilassante da fare anche nel tempo libero.
Iniziamo che se vogliamo proprio risparmiare possiamo ricorrere al vecchio metodo della nonna, utilizzando semplicemente la buccia degli agrumi.
Il procedimento è semplicissimo, si riempie fino a meta’ portata il deumidificatore che abbiamo attaccato al nostro calorifero, mangiamo un arancio, un mandarino, un pompelmo, quello che volete voi e teniamo da parte la buccia, la mettiamo tagliata a pezzettini nell’acqua del nostro deumidificatore. In alternativa possiamo mettere la buccia direttamente sul calorifero, magari le mettiamo in un posacenere o in un contenitore.
Se ci piace la lavanda, possiamo cercare dei mazzetti di lavanda, li mettiamo dentro dei sacchettini, tipo quelli che troviamo come “porta gioielli” e li mettiamo in posti “nascosti”, la lavanda ha un’odore sicuramente molto intenso e la nostra casa in poco tempo prendera’ quell’odore.
Altro modo pratico e immediato per diffondere la profumazione, magari anche la stessa, nelle varie stanze della casa consiste nello spruzzare l’essenza attraverso un diffusore spray, che possiamo reciclare tranquillamente da un qualsiasi vecchio contenitore spray.
Questi diffusori spray si possono semplicemente creare con degli olii essenziali che si possono acquistare in erboristeria o in supermercati ben forniti, e si possono trovare in diverse profumazioni, a seconda dei nostri gusti. La preparazione è semplice, in mezzo litro d’acqua ( magari mettetela in una bottiglietta di plastica da mezzo litro) si aggiunge un cucchiaio di alcool per dolci o in alternativa un cucchiaio di vodka e una decina di olio essenziale, si agita il tutto e lo si lascia un paio di giorni, avvolto in una coperta, in un armadio chiuso, quindi al buio, agitandolo di tanto in tanto. Passati questi due giorni, possiamo trasferire la nostra miscela nel contenitore spray e utilizzarlo tranquillamente spruzzandolo nella nostra casa!
Profumo fatto in casaCome ultima alternativa, negli ultimi tempi si stanno diffondendo i profuma ambienti con bastoncini di legno, che oltre a profumare l’ambiente fanno anche parte dell’arredamento. Il procedimento per creare questo tipo di profuma ambienti è lo stesso per il precedente, il profuma ambienti spray, ma una volta pronto lo si versa in un bel vasetto e si mettono una decina di stuzzicadenti lunghi, quelli che utilizziamo per fare gli spiedini per intenderci, tagliando ovviamente la punta, li immergiamo nella nostra soluzione profumata per una decina di minuti dopo di che si capovolgono  e li lasciamo cosi per un’intera giornata. Per garantire la diffusione della fragranza è consigliato capovolgere i bastoncini una o due volte al giorno.

Ovviamente ogni essenza ha un’odore e un effetto suo, quindi prima di acquistare l’essenza magari è meglio chiedere un consulto in erboristeria. Esistono infatti essenze rilassanti, fresche, adatte alla camera da letto piuttosto che al bagno, insomma, meglio chiedere un consiglio prima di acquistare l’essenza. Tra l’altro queste essenze vengono vendute in boccettine che durano parecchio e non costano nemmeno tanto, e possono essere utilizzate sia per profumare gli ambienti ma anche per altri scopi, per esempio possiamo creare degli struccanti, delle maschere per viso, per capelli, insomma sono davvero utili!

Tags

About the author

Anya

ciao a tutti, mi chiamo Stefania, ho 23 anni, e sono di Milano.
Nella vita lavoro come impiegata e nel tempo libero mi piace dedicarmi alla recensione di prodotti, sopratutto cosmetici ( la mia passione!), ho anche un canale youtube che condivido con mia sorella, Anchornails, dove pubblichiamo regolarmente video come tutorial di nail art, recensioni di prodotti, e tanto altro.
Adoro viaggiare, leggere, andare al cinema e scrivere =)

ADV

ADV