Cronaca meteo Primo Piano

Perturbato fino a venerdì, poi gelo al nord e regioni adriatiche del centro.

Carta meteo

Nuova ondata di freddo nella nostra penisola: da venerdì si registrerà un nuovo calo delle temperature che interesseranno prima tutto il Nordest, successivamente tutta la fascia adriatica ed infine tutto il Sud Italia

Carta meteoLe previsioni meteorologiche della giornata di oggi non sono molto confortanti. Mentre si registrano alcuni miglioramenti a Nordovest, con schiarite e cielo poco nuvoloso nel pomeriggio anche in Molise, Abruzzo, Puglia e alcune zone di Sicilia e Sardegna, tutto il resto d’Italia continua ad essere caratterizzato da continue precipitazioni, più o meno intense. Pioggia nelle Marche, in Veneto, Umbria, Lazio, Toscana e Campania. Nevicate a quota relativamente basse nelle zone appenniniche. Peggioramento a partire da questa sera in Sardegna con piogge intense. I venti soffieranno forte su tutta la zona centro-meridionale dell’Italia, raggiungendo velocità anche pari a settanta chilometri orari, provocando in alcuni case mareggiate sulle zone costiere. Sulla fascia alpina nord orientale è ancora alta l’allerta per le valanghe. Si è passati infatti da rischio di grado 3 al quarto grado, ovvero sono possibili distacchi già con lievi sovraccarichi sui pendii più ripidi. Ma la situazione meteorologica porterà ad un peggioramento nella giornata di domani, in cui le piogge interesseranno tutta la fascia tirrenica, estendendosi nel pomeriggio anche alla fascia adriatica. Ci saranno nevicate abbondanti su tutta la zona appenninica e in Piemonte anche a bassa quota. Le temperature minime caleranno in quasi tutte le regioni italiane, portando anche ad una diminuzione delle massime in Sardegna, Liguria e Piemonte. Non è previsto bel tempo per tutto il resto della settimana, con continue perturbazioni che interesseranno l’intero Paese, dopo le temperature relativamente alte dell’ultimo week end. Si rientra così nelle medie stagionali, soprattutto al Nord Italia che si caratterizzerà per un clima rigido e decisamente invernale. A partire dalla giornata di venerdì, inoltre, è previsto un ulteriore calo delle temperature a causa di una gelida perturbazione proveniente dall’Artico. Non è da escludere che possano registrarsi delle nevicate piuttosto abbondanti non solo su tutta la fascia alpina, ma anche su alcune zone appenniniche a quota anche pari a 200-300 metri sul livello del mare. Questa nuova ondata di freddo porterà, per la prossima settimana ad abbondanti nevicate in tutto il Nord e ad intense precipitazioni in tutto il Sud Italia

ADV

ADV