Cronaca meteo Primo Piano

Maltempo e neve puntano dritti verso il sud Italia

Neve Italia

Maltempo colpisce il sud Italia, ancora nevicate in Friuli e acqua alta a Venezia. La perturbazione però già viaggia verso sud ed è pronta a colpire Roma e Napoli.

Neve ItaliaIl maltempo ha bloccato l’Italia per un giorno, le grandi nevicate che hanno colpito soprattutto il nord Italia sono pronte a viaggiare verso sud seguendo le correnti.
Oggi, 12 febbraio, il giorno dopo dalla nevicata, l’Italia incomincia a ripartire, la perturbazione però non si è ancora staccata completamente dal nord, ancora leggere nevicate in Lombardia, Triveneto ed Emilia, sulle altre regioni del nord già si vede un netto miglioramento, in Liguria, Piemonte e Toscana il clima sta già nettamente migliorando, per i prossimi giorni ci sarà un sole che favorirà un clima tiepido.
La perturbazione si sposta lentamente verso il sud, Lazio già coperto da nubi, ma in Calabria, Basilicata e Campania già iniziano le prime precipitazioni.

La neve ha causato diversi danni e disagi, soprattutto per quanto riguarda la circolazione. Ieri è stata emanata l’ordinanza che ha sospeso la circolazione dei mezzi pesanti in tutti il nord Italia. Il rapido rasserenamento e il cambiamento climatico hanno permesso la ricircolazione dei mezzi pesanti e la restrizione, che già era stata prorogata fino alle 6 di stamattina, è stata annullata.
L’unico problema resta nel nodo Slovenia e Friuli Venezia Giulia, che è stato soggetto di abbondanti precipitazioni che hanno causato notevoli disagi e problemi oltre che di viabilità anche alle popolazioni. Oltre 350 volontari, dotati di oltre 110 mezzi di trasporto provenienti da 90 diversi comuni, sono intervenuti nella regione portando il loro aiuto, prevalentemente per la pulizia di strade, monitoraggio del territorio e per lo spargimento del sale. Oggi pomeriggio, la pioggia ha permesso di ridurre la neve e si prevede quindi, nel giro di poche ore, di poter ristabilire correttamente la circolazione.
Nelle località di montagna si sono registrati oltre 50 cm di precipitazioni nevose che si sono accumulati a partire dalle ore 15 di ieri, 11 febbraio 2013, nelle zone di alta pianura la neve è stata meno consistente.
A Grado, una nota stazione balneare, durante la nottata si il fenomeno dell’acqua alta ha causato notevoli danni al porto, allagando diverse aree adiacenti ai capannoni di rimessaggio delle barche.
A Venezia, grazie il miglioramento, non si prevede una crescita della marea che probabilmente rimarrà contenuta e al di sotto dei 160 centimetri.
Si prevede che entro domani sera tutti i disagi al nord-Italia saranno completamente risolti, la viabilità tornerà normale e qualunque mezzo potrà circolare. Per il sud non si sa ancora di che carattere saranno le precipitazioni, ma la protezione civile è già all’erta.

ADV

ADV