Meteo nel mondo Primo Piano

Il Tifone Bopha semina morte e distruzione nelle Filippine

Tifone bopha iss
Tifone Bopha dal satellite iss

E’ salito a 280 morti accertati il bilancio delle vittime provocate da Bopha, il tifone che si è recentemente abbattuto sulle Filippine.

Tifone bopha iss
Tifone Bopha dal satellite iss

Diverse località rurali situate nella provincia di Davao Oriental, così come l’isola di Mindanao risultano tra le zone più colpite dalla tempesta, con fortissime piogge torrenziali e numerose trombe d’aria. Allagamenti e cadute di alberi hanno provocato la morte di un numero ancora imprecisato di residenti, così come riportato dal noto emittente locale ABS-CBN.
Anche Palawan, zona conosciuta in tutto il mondo per le sue spiagge, è stata duramente colpita, mentre la città di New Bataan è stata sommersa da una colata di fango che ha provocato la morte di almeno 49 persone.

Fe Maestre, portavoce del governo, ha dichiarato che più di 150 persone sono morte nella provincia di Compostela Valley, tra cui numerosi soldati rimasti intrappolati in alcune strutture di emergenza allestite per far fronte alla tempesta. E’ proprio in questi rifugi pubblici che decine di migliaia di filippini hanno cercato riparo dopo essere stati evacuati dalle proprie abitazioni collocate sulle coste.
Proprio ieri il presidente Benigno Aquino aveva allertato la popolazione a causa dell’alto potenziale distruttivo del tifone Bopha, invitando a prestare attenzione di fronte all’imminente passaggio.

Il tifone ha seminato morte e distruzione, scoperchiando abitazioni, sradicando alberi e rovesciando automobili. Le autorità hanno dovuto interrompere l’erogazione dell’energia elettrica per evitare incendi e corto circuiti, facendo piombare interi quartieri nell’oscurità. Le scuole sono state chiuse ed il traffico aereo, così come quello marittimo, è attualmente sospeso in via precauzionale. I fiumi di Mindanao sono esondati, allagando la città ed il vicino centro commerciale di Cagayan de Oro.

Migliaia sono i dispersi e le ricerche sono rese difficoltose a causa dei forti venti che soffiano fino a 192 chilometri orari. I responsabili della protezione civile regionale hanno comunicato la morte di tre persone sulle isole Visayas, richiedendo l’immediato rifornimento di medicinali, indumenti e tende per ospitare gli abitanti rimasti senza casa dopo che il tifone ha distrutto le loro abitazioni.

Attualmente il tifone presenta un’ampiezza di circa 600 km e si muove verso ovest. Dovrebbe raggiungere il Mar Cinese Meridionale già da domani, passando il sud dell’arcipelago.

Si calcola che ogni anno le Filippine vengano colpite da almeno una ventina di tifoni, ma Bopha è stato annoverato tra le più violente tempeste degli ultimi anni, sicuramente il peggiore a colpire il paese nel corso del 2012. Nel 2011 il bilancio delle vittime toccò quota 1.500 a causa del tifone Washi.

ADV

ADV