Scienza News

Forse risolto il mistero sulla tomba di Alessandro Magno

Alessandro Magno

Alessandro MagnoUn mistero storico che dura da secoli: dove è sono state poste dal generale Tolomeo le spoglie del grande condottiero macedone? Due archeologi italiani, Giulio Magli e Luisa Ferro del Politecnico di Milano sembrano forse aver trovato una chiave per una possibile soluzione dell’enigma.

Secondo lo studio pubblicato dai ricercatori sull’Oxford Journal of Archeology la città di Alessandria d’Egitto sarebbe stata costruita partendo dalla strada principale e  seguendo l’allineamento del sole all’alba di una data molto importante, il 20 luglio del 356 a.C., giorno natale di Alessandro Magno.

E’ noto che la città stessa sia una celebrazione  del re macedone e che la costruzione del faro, una delle sette meraviglie del mondo antico e dell’importantissima biblioteca siano state nei secoli la proiezione della gloria dell’impero passato.

Gli studiosi hanno seguito un’intuizione importante: non solo le grandi città antiche venivano infatti costruite anche seguendo segni simbolici importanti, ma anche la Tomba di Alessandro Magno potrebbe essere stata posizionata in un punto orientato da una mappa celeste.

L’allineamento astronomico di Alessandria d’Egitto è ancora evidente oggi, non è più invece possibile trovare un riscontro con la costruzione di una mappa orientata in base alla stella del Regolo appartenente alla costellazione del Leone: la causa è lo spostamento dell’asse terrestre.

La missione intende quindi ora confermare questa affascinante teoria che si aggiunge alle due ipotesi della tomba nascosta a Siwa ( oasi dell’Egitto) o in Grecia.

About the author

Sonia C

Sono una giovane donna che si arrabatta: appassionata di comunicazione, curiosa sempre, con una leggera tendenza alla tuttologia. Al momento me la cavo con la chiacchiera. Sul mio blog Parole Take Away, vendo parole o fumo a seconda dei punti di vista.

ADV

ADV