Cani Gatti & Co

E’ caccia all’orso che sta seminando panico sulle Dolomiti Friulane

Orso Maniago

Orso ManiagoUn vera e propria equipe è stata formata per catturare, a scopo scientifico e senza abbattimento, l’orso che sta seminando panico nelle Dolomiti Friulane e in particolare nella zona del Maniaghese, vari infatti sono stati gli avvistamenti e le tracce lasciate in questa zona.
Sono impegnati in questa operazione il Corpo Forestale di Maniago e Barcis e gli uomini del dipartimento di Scienze agrarie e ambientali dell’Università di Udine.
Le ultime tracce dell’orso sono di pochi giorni fa quando ha sbranato ben cinque pecore in un allevamento di Jouf. La quantità di carne mangiata, circa 80 kg, aveva inizialmente fatto pensare alla presenza di più di un animale, ma le impronte lasciate hanno dato risposta negativa.
Si tratta di un’operazione studiata nei minimi dettagli, infatti la squadra capitanata dal ricercatore Stefano Filacorda sta studiando il luogo ideale per la cattura esaminando i luoghi in cui ci sono stati gli avvistamenti e in cui sono state ritrovate le orme dell’orso. Una volta individuato tale luogo l’operazione prevede che sia installati dei cavi in acciaio in cui dovrebbero restare impigliate le zampe dell’orso. A questi cavi saranno collegati dei sensori che lanceranno l’allarme. Saranno posizionate delle esche per far in modo che il plantigrado raggiunga il luogo scelto. Una volta avvenuta la cattura l’equipe dovrà essere in grado di intervenire nell’arco di 10 minuti e con un’operazione indolore, l’orso sarà narcotizzato e verrà applicato un radiocollare satellitare.
Questo permetterà al dipartimento di Scienze agrarie e ambientali dell’Università di Udine di seguire e studiare i movimenti e le abitudini dell’orso, inoltre, sarà possibile anche proteggerlo da eventuali cacciatori e seguirne gli accoppiamenti. Il tutto sarà utile per aumentare la popolosiotà dell’orso sulle Dolomiti.
Dalle dimensioni delle orme lasciate si ritiene che si tratti di un esemplare maschio di grandi dimensioni, peso intorno ai 120 kg e di circa 4-5 anni di età. Visto che in zona non vi sono avvistamenti di femmine, non è escluso che l’orso dopo la cattura possa essere aiutato a trovare una compagna.
L’equipe ha però poco tempo per procedere ed agire perché a breve l’orso potrebbe andare in letargo e quindi l’operazione dovrebbe essere spostata alla primavera quando l’orso sarà di nuovo in giro con alta probabilità che sverni nella stessa zona.
La cattura costituirebbe un fatto eccezionale perché sarebbe la prima avvenuta nel Friuli Venezia Giulia e in particolare è importante che avvenga su suolo italiano.

Tags

ADV

ADV