Cani Gatti & Co Primo Piano

Aviaria: La diffusione di questa malattia nei paesi artici potrebbe risultare devastante per alcune specie di volatili

Gufo Artico

Gufo Artico20 Set, 2012 – Secondo Ravinder Sehgal, professore di biologia presso la San Francisco State University, la diffusione verso le latitudini artiche della Malaria Aviaria potrebbero essere devastanti per alcune specie di volatili. Le cause di questa espansione, sono dovute ai continui cambiamenti climatici, ma sopratutto, al repentino aumento della temperatura media globale, che permette a questi parassiti di diffondersi con più facilità anche a latitudini artiche. Le specie di volatili presenti a quelle latitudini, che non hanno mai incontrato la malattia, rischiano seriamente l’estinzione, non avendo mai sviluppato protezioni necessarie per respingerla. I ricercatori hanno esaminato i campioni di sangue di uccelli raccolti in quattro siti posti e a diverse latitudini, trovando uccelli già infetti nella parte più meridionale della regione artica. Secondo i ricercatori, entro il 2080, la malaria potrebbe raggiungere tranquillamente anche le zone più a nord mettendo seriamente a repentaglio anche la vita di pinguini e  Gufi delle nevi.  Secondo Ryan Harrigan dell’Università della California,a diffondere il parassita che causa la malaria  “Plasmodium”  è una specie di zanzara che lentamente si sta espandendo verso nord.

Attraverso la medicina moderna è ancora difficile tracciare la diffusione naturale della malattia, ma il monitoraggio di questi volatili,  potrà fornire indizi utili per capire come il cambiamento climatico globale, potrebbe influenzare la diffusione della malaria umana.

ADV

ADV