Cronaca meteo Primo Piano

A6 Torino-Savona bloccata ieri dalla neve. Pioggia di critiche per le previsioni errate.

Briga
Autostrada Mondovì
Ecco come si presentava ieri l’autostrada A6 all’altezza di Mondovì

A6 Torino-Savona bloccata ieri dalla neve – Situazione inverosimile quella che si è creata nella giornata di ieri nell’entroterra della provincia di Savona. Nonostante le previsioni meteo parlassero di modeste nevicate, la zona della Valbormida è rimasta isolata per diverse ore, a causa ingenti accumuli di neve. Automobilisti e camionisti rimasti bloccati e lasciati al proprio destino, mentre le autorità locali hanno preferito non emanare alcuno stato di emergenza o avviso alla popolazione.

Il problema sembrerebbe essersi originato per una serie di malintesi tra la società Arpal e la Protezione Civile, che dovrebbero entrambi occuparsi di avvisare la popolazione in caso di allerta per avverse condizioni climatiche. Le previsioni di ieri mattina parlavano soltanto di modeste precipitazioni nevose con accumuli poco significativi.

Tranquillizzati, gli automobilisti si sono messi così in marcia, incontrando però, lungo la strada, una forte nevicata che ha provocato la paralisi del traffico. L’ufficio stampa ed i responsabili Arpal in una nota hanno comunicato che le previsione meteorologiche si sono rivelate giuste, anche se è probabile che il quantitativo di neve prevista si sia concentrata in un intervallo di tempo molto breve, provocando disservizi. Inoltre è stato comunicato che la responsabilità per la mancata segnalazione di allerta è imputabile alla Protezione Civile.

Neve ieri nell’entroterra savonese.

monte Poggio

L’assessore comunale Jorg Costantino ha fatto le veci della Protezione Civile, dichiarando a sua volta che lo stato di allerta viene emesso in base alle previsioni Arpal, che non hanno previsto la situazione che si sarebbe creata. Insomma le autorità locali giocano a far rimbalzare le responsabilità per l’accaduto sugli altri. Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia, ha ammesso che si sono verificati alcuni inadempimenti, probabilmente a causa di qualcuno che non ha fatto bene il proprio lavoro. L’obiettivo, ha spiegato il Presidente, è comunque quello di ripristinare la situazione di normalità, dato che ancora nella serata di ieri molti camionisti erano bloccati a Piana Crixia a causa della neve. “Nonostante sono ore che circolano i mezzi di soccorso, non è stato sparso neanche un granello di sale.” è l’accusa dei camionisti spazientiti e bloccati anche a causa del divieto di transito sulla A6 Savona – Torino rivolto ai mezzi pesanti.

ADV

ADV